Sostieni eGn

Puoi sostenere l'attività di eGn con una donazione tramite PayPal...



oppure con un bonifico bancario: Clicca qui per i riferimenti

facebooklogo

veterinario24h

I levrieri generalmente amano i bambini.

Sono cani dall’indole dolce e gentile e ben si adattano alla convivenza con i “cuccioli d’uomo” instaurando un rapporto di complicità ed amore che va al di là di ogni aspettativa, a patto che vengano rispettate alcune semplici regole dettate dal buon senso.

Fondamentale, soprattutto per i primi tempi di convivenza nella nuova famiglia, è non lasciare il cane da solo con i bimbi, specialmente se piccoli. Un movimento del cane, fatto anche nella più buona delle intenzioni, potrebbe far cadere il piccolo o farlo spaventare.

Supervisionate sempre i loro comportamenti. Siate sempre attenti e pronti ad intervenire per qualsiasi evenienza. Spiegate ai vostri bimbi che quando il cane mangia o dorme è necessario non disturbarlo. Se giocano assieme, e questo capiterà, state attenti ai comportamenti di entrambi.

 

I cani non hanno il dono della parola ma sanno esprimersi decisamente bene: osservate il vostro cane... un ringhio, il pelo ritto sul collo e la coda alzata a mò di uncino sono segnali che devono farvi capire che c’è qualcosa che non va e che il vostro nuovo amico sta dicendo al vostro bimbo che è meglio smettere quel gioco.

Intervenite con tranquillità, per non spaventare nessuno.

Insegnate ai bimbi quali sono i segnali che devono imparare quando hanno a che fare con il cane.

Se i bimbi sono piccoli, vi consigliamo di non fargli tenere il cane al guinzaglio, soprattutto nei primi giorni di convivenza; avete sempre a che fare con un atleta dotato di una forza poderosa che potrebbe scattare attirato da qualcosa che ha catturato la sua curiosità.

Con un po’ di attenzione il vostro levriero ed il vostro bambino diventeranno compagni inseparabili. Gelosi l’uno dell’altro.